Si tenta di rimbalzare

Dopo la discesa di ieri, che a Piazza Affari è stata causata dall’accoppiata ribassista di stacco dei dividendi e outlook negativo, tutti i listini europei stanno cercando aree di minimo dove rimbalzare o creare livelli di supporto.
Non facciamoci illusioni che il ribasso e la correzione siano terminati.
Con il cuore spero di sì (sono ottimista e positivo di natura) ma con la ragione vedo che gli indicatori di velocità sono ancora al ribasso e non mostrano ancora segnali chiari ed inequivocabili di fine discesa.

Il Ftse Mib ha un gap ribassista in bella vista sul grafico e vedremo come reagirà.
Molti titoli hanno gap ribassisti aperti e la lettura di questi grafici non è semplice e scontata.

In portafoglio ho stoppato in perdita Biesse.

Mantengo invece invariato il resto dal momento che sono tutti titoli in utile ed impostati al rialzo.

Seguo quindi la regola base dell’analisi tecnica “lasciar correre i profitti”.

Aeffe: mantengo. Per fortuna non è scattato lo stop loss ed adesso sembra voler rompere i massimi.
Igd: mantengo. Ieri ho incassato lo stacco del dividendo di 0,075 € che risulta oltre il 4%. Le quotazioni restano oltre il mio livello di acquisto. Tento di mantenere il titolo.
Marr: mantengo ma con stop loss sotto 8,75 €. Incassato ieri il lauto dividendo (oltre il 5%), anche se le quotazioni si sono portate sotto il prezzo di acquisto. La posizione resta comunque in guadagno e provo a mantenere.

 

Ricordo la giornata gratuita di “Trading intraday a basso rischio” del 3 Giugno a Roma.

buon trading

gab

 

{module Adsense articolo}