Operatività e portafoglio

Mi scuso per il ritardo nell’aggiornare il sito ma tra il trading ed i preparativi per le vacanze (sono in partenza in questo momento) non sono riuscito ad essere tempestivo con gli aggiornamenti.
Novità in portafoglio e tra i titoli da monitorare.

In portafoglio nei giorni scorsi è scattato lo stop profit su Azimut quando ha chiuso sotto 7,50 €, e così abbiamo portato a casa un altro piccolo guadagno.

Aeffe: i più prudenti sono usciti l’altro giorno portando a casa un ottimo guadagno (circa il 37%).
Gli altri sono ancora sul titolo e lasciano correre i profitti poichè non è mai scattato lo stop profit sotto 1,25 €.
Adesso è il momento di alzare ulteriormente l’asticella dello stop profit per seguire l’evoluzione dei prezzi.
Metterei lo stop profit sotto 1,42 € in chiusura.

Igd: sempre in portafoglio e sempre impostata al rialzo.
Lascio correre ed alzo lo stop profit a 1,66 € in chiusura.

Tra i sorvegliati speciali, troviamo:

Dmt, che resta all’interno della congestione tra 21,80 € e 22,50 €.
Il segnale di ingresso sarà la rottura della resistenza e della congestione laterale di area 22,50 € con volumi in aumento.

Enel Green Power: sta correggendo, dopo lo spunto rialzista dell’altro giorno.
Se riparte al rialzo con volumi in aumento la potremo mettere in portafoglio. Altrimenti niente.
Vi aggiorno se e quando scatta il segnale.

Fiat: i minimi si mantengono crescenti e ieri ha generato un segnale rialzista con volumi in aumento.
Se rompesse al rialzo la resistenza di 7,50 € sarebbe un segnale di ingresso.

I bancari sono su minimi importanti ed i casi sono due: o rimbalzano o rompono al ribasso.
Il caso principale mi sembra Mps che si trova sui minimi storici.
Qualche segnale potenzialmente rialzista è stato generato, ad esempio da Intesa ed Ubi.
Per eventuali acquisti però andrei molto cauto.
L’impostazione di fondo resta ribassista, i problemi patrimoniali delle banche restano intatti e gli aumenti di capitale lo dimostrano, la Grecia è un fantasma che resta nonostante i nuovi aiuti europei.
Non è un’operatività a basso rischio ed io sono in vacanza per cui preferisco godermi il mare ed il sole piuttosto che dover seguire costantemente i bancari.

Per i più aggressivi, un’ipotesi operativa potrebbe essere Unicredit sopra la resistenza di 1,59 € con stop loss a pareggio.
Essendo un’operatività aggressiva e non “ufficiale del sito”, vale la regola “ognun per sè”.
Questa posizione, nel caso dovesse verificarsi, non verrà aggiornata e seguita sul sito.

 

Ricordo che trovandomi in vacanza non riuscirò ad essere tempestivo come al solito nell’aggiornare il sito e nel rispondere alle mail.
In ogni caso sarò sempre operativo, aggiornerò quotidianamente il sito e risponderò ad ogni mail.

buon trading

gab

 

{module Adsense articolo}