Blog
Registrati

S5 Register

You need to enable user registration from User Manager/Options in the backend of Joomla before this module will activate.

 

È di oggi la notizia che Binck Bank ha deciso di modificare la propria offerta di servizi.

 

Entrando nel dettaglio, la mail inviata ai clienti comunica che non saranno più offerti i seguenti servizi:

-negoziazione dei certificati di investimento e dei covered warrant

-utilizzo dei conti multivaluta (multicurrency)

-prestito titoli

-marginazione long multiday e short selling (operatività short)

 

Se sei cliente hai 60 giorni di tempo per recedere da questa modifica contrattuale.

 

Questo significa che:

✓ entro la scadenza dei 60 giorni, sei invitato a vendere oppure a trasferire i tuoi certificati di investimento presso un altro istituto.

Se non compirai una di queste due operazioni, i tuoi certificates saranno temporaneamente trasferiti su un conto omnibus aperto dalla banca a nome proprio, ma ovviamente per conto terzi, in attesa di tue disposizioni di trasferimento.

Il mio consiglio è di evitare quest’ultimo scenario per cui, dal mio punto di vista, è opportuno valutare di vendere oppure trasferire i titoli.

 

✓ se avrai ancora attivo il prestito titoli, alla scadenza dei 60 giorni la banca provvederà a chiuderlo ed a liquidarne il compenso.

 

✓ se hai posizioni long in leva o short, sei invitato a chiudere le operazioni in essere entro la scadenza dei 60 giorni, altrimenti sarà la banca a provvedere alla chiusura delle operazioni.

 

✓ se hai attivo il servizio multicurrency, sei invitato a convertire in Euro entro la scadenza dei 60 giorni; altrimenti la banca provvederà alla conversione in Euro della liquidità detenuta nei tuoi sotto-conti in valuta.

 

Morale dalla favola, se sei un cliente che utilizza uno di questi servizi, ad esempio l’operatività sui certificati di investimento, è opportuno iniziare a pensare di cambiare banca.

 

Se utilizzi azioni, ETF, ETC, singole obbligazioni in Euro oppure le opzioni puoi mantenere il conto, perchè queste modifiche non ti coinvolgono.

 

Se però decidi di chiudere il conto e hai minusvalenze nello zainetto fiscale, è opportuno richiedere la certificazione in modo da poterle trasferire presso la tua nuova banca online.

 

Tra le soluzioni alternative, sempre a livello di banche online, potresti valutare:

-Directa sim (fiscalità efficiente nel trattamento delle cedole dei certificati)

-Fineco (fiscalità efficiente nel trattamento delle cedole dei certificati)

-Banca Sella (fiscalità efficiente nel trattamento delle cedole dei certificati)

-Webank (fiscalità non efficiente nel trattamento delle cedole dei certificati)

 

Se hai domande su questo argomento oppure desideri interagire direttamente con me, iscriviti al mio gruppo chiuso ma gratuito su Facebooka cui puoi iscriverti cliccando su questo link

 

Buon investing, Gabriele

 

© Riproduzione parziale o totale concessa con espressa citazione della fonte

Bonus Certificate 300x250

newsletter 

GabrieleBellelliTrader, educatore finanziario indipendente e scrittore

Opero su obbligazioni, azioni, ETF, certificati e derivati prevalentemente con ottica di breve e medio-lungo periodo; il mio approccio ai mercati finanziari è da "buon padre di famiglia", che punta al rendimento ma con un'attenta gestione del rischio di portafoglio.

Vuoi saperne di più? Clicca qui! Sono disponibile per interviste, conferenze e collaborazioni, contattami!

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Ai sensi e agli effetti dell’art. 187 ter della legge Draghi si precisa ad ogni effetto di legge che l’autore del presente articolo non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto detiene, o potrebbe detenere, i valori mobiliari oggetto delle sue analisi. Inoltre questo sito, ed i suoi contenuti, non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento. I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future. Il sito ed i suoi contenuti hanno scopo puramente didattico, e chi scrive, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Si sottolinea inoltre che l’attività speculativa di trading e di investimento comporta notevoli rischi economici e pertanto il lettore è l’unico ed esclusivo responsabile di ogni sua decisione operativa.
Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito siano concessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.